Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio newsConferenza stampa del presidente Tundo

Mercoledì 13 Aprile 2016

“Colgo questa occasione per fare il punto della situazione, arrivati a questo punto del campionato e dopo due gare casalinghe in cui non siamo riusciti ad ottenere quello che avremmo voluto. Abbiamo rilevato la società a luglio, grazie all’abile lavoro di tessitura dell’Avv. Saverio Sticchi Damiani. Errori ne sono stati commessi, io per primo ne avrò commessi. Il calcio è diverso dalle altre aziende.  Parlando della gestione di mister Braglia bisogna riconoscere che sono stati ottenuti dei risultati veramente importati, con 18 gare utili consecutive, che ci hanno proiettato alla vetta della classifica. Ci sono state poi queste ultime due gare che ci hanno lasciato l’amaro in bocca, perché siamo caduti nell’errore di guardare alle altre squadre e ci siamo fatti prendere dalla frenesia. Analizzando a mente fredda la situazione non posso di certo muovere critiche verso nessuno. Il mister e i ragazzi hanno dato tutto. In questi giorni ho parlato con l’allenatore, il capitano e i ragazzi, sono tutti convinti e lotteremo tutti assieme fino alla morte per portare a casa risultati positivi. Una cosa posso assicurare, comunque, in questo momento: se malauguratamente non dovessimo riuscire ad effettuare il salto quest’anno, ripartiremo ancora con maggiore forza, con una società ancora più forte. Ci teniamo molto all’aspetto societario, vogliamo creare una struttura solida e per questo pensiamo a creare un centro sportivo, una scuola calcio. Come ha anche detto l’Avv. Sticchi Damiani ci sarà l’ingresso di un nuovo socio, che affiancherà me, Alessandro Adamo ed il gruppo facente capo a Corrado Liguori. La società è vicina più che mai alla squadra in questo finale di stagione. Voglio ringraziare i nostri tifosi che sono veramente eccezionali ed esorto tutti a restare uniti in queste ultime quattro gare del campionato. In questo momento ci vuole equilibrio, la pressione non serve a nulla.”