“Quella che stiamo vivendo è sicuramente una situazione di emergenza per tutto il paese e tutti noi. È un qualcosa di straordinario e dobbiamo seguire le direttive, avendo accortezza. A livello di squadra la viviamo con attenzione, ma senza una preoccupazione esagerata e durante il lavoro rimaniamo concentrati su quello che stiamo facendo. Il calcio è uno sport che vive di emozioni e passioni ed avere uno stadio pieno è uno stimolo. Certamente quando una decisione riguarda tutti la si accetta con i suoi pregi e difetti, fermo restando che la prevenzione è la priorità sui tutto. Nelle prossime quattro gare affronteremo Milan, Juventus, Sampdoria e Sassuolo e nel girone d’andata ottenemmo quattro pareggi. Prepareremo una gara alla volta, fermo restando che per salvarci dobbiamo fare più dei quattro punti dell’andata.”

Il Video dell'Intervista